FATTURA ELETTRONICA PER I CONSUMATORI FINALI

Dott. Paolo Martufi

Dal prossimo 1° gennaio 2019 l’obbligo di emissione della fattura elettronica è previsto anche verso i consumatori finali, con gli accorgimenti che di seguito vengono illustrati.

Poiché non è possibile obbligare gli utenti finali a dotarsi di un sistema automatico di ricezione delle fatture, così come avviene per i soggetti titolari di partita IVA, le fatture elettroniche emesse nei loro confronti saranno comunque rese disponibili direttamente dai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate in un’area riservata.
In questo modo l’utente in possesso di credenziali per accedere ai canali telematici dell’Agenzia ha la comodità di consultare il documento in qualsiasi momento.
In ogni caso una copia della fattura elettronica dovrà essere rilasciata al cliente da parte dell’esercente in formato analogico o inviandola per email, salvo che il cliente non rifiuti di riceverla.

La fattura elettronica dovrà rispettare le caratteristiche di formato e contenuto previste negli altri casi; per quanto riguarda il recapito tramite il Sistema di Interscambio (SdI) l’esercente che emette la fattura ad un consumatore finale dovrà compilare il codice destinatario in modo convenzionale con “0000000” (7 volte zero).

 

Questa voce è stata pubblicata in CONTABILITA', CONTROLLI FISCALI, NORMATIVA, REGIMI FISCALI, SERVIZI ONLINE. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *